QR-code

DRY DOCKS GENOA
(EXAMPLE BUSINESS PLAN)

 

Business Plan

17/10/2017 03:57:55(UTC)


Riepilogo del progetto

Il contesto in cui il Dry Docks Genova sviluppa il proprio business si trova nella zona di riparazione navi situata nella parte orientale del porto di Genova. Questa azienda offre numerosi servizi per le navi in riparazione. La Dry Docks è in grado di fornire grandi banchine che possono essere utilizzate per ospitare barche di diverse dimensioni. Strumenti di issaggio come gru da banchina, aria compressa e erogatori per gas (utilizzato per il taglio e la saldatura di lamiere in acciaio) e supporti logistici per gli equipaggi (soprattutto durante i periodi in cui le navi sono in riparazione) sono solo alcuni dei servizi che "Ente Bacini Genova "offre ai propri clienti. Vi sono infrastrutture costituite da cinque moli a secco e millecinquecento metri utilizzati da navi in attesa della loro fase di riparazione. L'intera attrezzatura è data in concessione da parte dell'Autorità Portuale di Genova.

Questo è un esempio di business plan creato con il software di business planning iPlanner.NET

 

Dry docks Genoa3

Dry docks Genoa3

 

Dry docks Genoa2

Dry docks Genoa2

 

Main financial measures
 201720182019
Cash753,4001,179,6431,989,272
Sales revenue6,400,00011,000,00014,000,000
Net profit for financial year-479,3181,938,9652,854,629
Operating margin-7.49%17.6%20.4%
Owners' equity1,020,6822,959,6474,629,276
Return on equity (per year)-47.0%65.5%61.7%

Panoramica del business

Il mercato considerato è quello della riparazione navale internazionale. I grandi porti sono dotati di moli a secco di varie superfici; ampie dimensioni sono necessarie per l'ultima generazione di costruzioni navali e per il tipo di lavoro che essi svolgono. Infatti al giorno d'oggi navi quali container (il cui peso può raggiungere le 14.000 tonnellate e la cui lunghezza può essere di circa 360 metri con larghezza di 55 metri) e navi da crociera (in grado di ospitare 4000 passeggeri con un equipaggio composto da quasi 2000 membri) necessitano di strutture idonee ed innovative e i porti moderni devono essere in grado di fornire questo tipo di servizi. Pertanto i fattori vincenti di un'area di riparazione navale sono saldamente collegati con le grandi infrastrutture portuali, la disponibilità logistica della città considerata (aeroporti, alberghi e sedi istituzionali), con la qualità della società che vi operano, e naturalmente con l'elemento atmosferico che incide su quanto finora sopra menzionato (si tratta di un parametro fondamentale che deve essere considerato prima di iniziare le necessarie operazioni).
Ovviamente questo tipo di attività risente delle variazioni internazionali del costo delle materie prime quali il petrolio e l'acciaio. Tali costi influenzano profondamente i prezzi a cui le imprese offrono i loro servizi. Un altro aspetto importante è la stabilità nazionale del paese considerato. Relazioni sindacali ben organizzate e solide tra lavoratori, imprese e governo sono elementi essenziali per avere successo nel mercato navale.

Prodotti e servizi

L'obiettivo principale di Dry Docks di Genova è quello di migliorare la qualità dei suoi servizi e della propria offerta. Oggi l'azienda è priva di alcuni punti connessi con l'ambiente e la sicurezza sul lavoro. Vi è anche una mancanza di un molo di grandi dimensioni che potrebbe permettere di ospitare navi più grandi. Il management e gli azionisti della società sono fortemente impegnati nel cercare di trovare gli strumenti necessari per realizzare quanto sopra menzionato. La società esaminata (Ente Bacini Genova) è una SRL. Ha un capitale sociale interamente versato di 300.000 euro a capitale misto costituito da Autorità Portuale (56%) e Ente Riparatori Navali Privati ​​(44%). L'obiettivo principale della società, come già affermato in altre sezioni di questo business plan, è quello di fornire cantieri e officina navale con l'attrezzatura adatta per lavorare su navi di diverse dimensioni. 
Recentemente uno studio di due diligence tecnico ha evidenziato alcuni aspetti delicati. In primo luogo possiamo notare la obsolescenza di alcune parti della struttura, ad esempio, tre dei cinque moli sono stati costruiti nel 1903, quindi è evidente che necessitano di interventi rapidi per ammodernare e consolidare le loro condizioni. La società ha stanziato un budget di 15-20 milioni di euro per la realizzazione di queste manutenzioni in 3/5 anni.
La disponibilità di fondi va ricercata negli enti pubblici (statali e locali), seppure con la partecipazione di capitale privato ​per quanto concerne la gestione e l'organizzazione. I concorrenti nel mercato italiano che presentano caratteristiche similari si trovano solo nel porto di Napoli. In altri siti la presenza di moli a secco e dei relativi servizi è gestita direttamente dal cantiere che ne detiene la concessione. In questi casi non vi è alcuna possibilità di offrire un servizio pubblico, cosa che accade invece nel porto di Genova.

 

Dry docks Genoa

Dry docks Genoa

Previsioni di vendita

Nel corso degli ultimi cinque anni gli utili riportati sono rallentati, seppure siano in costante crescita. Ciò grazie al fatto che attualmente le navi sono ancora considerate il ​​miglior strumento per il trasporto di merci in tutto il mondo. La globalizzazione ha consentito a nuovi grandi mercati, come quello cinese, di entrare prepotentemente nella sfera internazionale.
Pertanto la flotta mondiale è ritenuta importante per dar vita agli ordini per la costruzione di nuove navi innovative e per rendere sicure quelle che già trasportano.
Per quanto riguarda il settore dei servizi, l'azienda ha già ricevuto richieste per utilizzare i suoi moli fino al primo semestre del 2012. Tuttavia è opportuno ricordare che a causa di alcuni aspetti negativi si potrebbero verificare annullamenti di prenotazione di moli a secco. Tra questi si possono citare ad esempio l'instabilità internazionale (come l'11 settembre o altri attacchi terroristici), l'improvvisa chiusura del Canale di Suez, il prezzo del petrolio, ecc

 

Sales revenue (EUR)
Products and services201720182019
Servizi Dry Docks3,650,0007,000,0008,000,000
Altri servizi2,750,0004,000,0006,000,000
 6,400,00011,000,00014,000,000

Strategia di marketing

Ente Bacini Genova detiene una posizione di monopolio in ambito nazionale. Infatti non può avere la stessa condotta economica delle altre aziende private italiane, che, dovendo affrontare la concorrenza del mercato, possono decidere di offrire i loro moli gratuitamente (in relazione al numero totale di servizi offerti). Se si considerano invece gli altri porti europei (in particolare quelli situati nel nord), dobbiamo fare una considerazione diversa. Rotterdam, Amsterdam e Amburgo sono all'avanguardia dal punto di vista tecnologico e detengono una posizione irraggiungibile se paragonata ai moli di Genova. Marsiglia, Barcellona e Malta vivono invece contraddizioni simili a quelle di Genova. La sfida si gioca principalmente sulla affidabilità della fornitura del prodotto finale. 
Ulteriori importanti servizi che possono essere richiesti a Dry Docks sono costituiti dalla possibilità di soddisfare le richieste dell'equipaggio (infatti l'equipaggio vive a bordo della nave durante i lavori) e di garantire adeguate misure di sicurezza nei confronti di persone e cose. Un'altra caratteristica essenziale è rappresentata dalla capacità di lavorare rispettando i principali standard emanati dagli organismi internazionali di controllo. Altre prerogative importanti sono la capacità dell'azienda di non sprecare tempo (infatti le navi generano reddito nel momento in cui navigano), così le aziende non devono subire ritardi a causa di mancata disponibilità di pezzi di ricambio o di altri strumenti di lavoro di cui si dispone in misura limitata.

Direzione e dipendenti

L'organigramma aziendale è costituito da un livello di management che comprende un amministratore (o direttore generale) e un ufficio amministrativo dove operano cinque impiegati e un direttore di stabilimento. Poi c'è un ufficio tecnico composto da due capi squadra, undici elettricisti, tre nostromi (responsabili del personale), una ventina tra marinai, operatori di gru e falegnami, e una squadra di manutenzione che comprende cinque persone specializzate.
Se riusciremo a costruire un nuovo molo (caratterizzato da dimensioni importanti) nei prossimi anni, allora sarà necessario incrementare il personale di almeno altre otto unità. Le caratteristiche di questi nuovi esperti saranno scelte in funzione delle esigenze connesse alla costruzione della nuova struttura.
Per una società che fornisce servizi, il costo del lavoro costituisce una voce decisamente elevata e negli ultimi anni ha inciso per almeno il 35% dell'intero fatturato. Per calcolare gli stipendi l'azienda si basa sul contratto nazionale per i lavoratori di ingegneria, integrato da un contratto interno ulteriormente migliorativo in termini di salari. Infatti questo tipo di accordo retribuisce notevolmente il lavoro straordinario per ciascuna categoria di lavoratori.



 Status (professional qualification)

Time of work 

Firm's cost per month 

 Wage per month

 Manager

 8-18+ext. time

 9.800,00 euro

 3.000,00 euro

 Technician

 8-18+ext. time

 6.700,00 euro

 2.400,00 euro

 Office-worker

 8-17

 5.500,00 euro

 1.700,00 euro

 Team's head

 8-18+ext. time

 5.500,00 euro

 1.900,00 euro

 Electrician (shift worker)

 8 hours

 4.700,00 euro

 1.550,00 euro

 Crane operator (shift worker)

 8 hours

 4.700,00 euro

 1.550,00 euro

 Worker

 8 hours

 4.450,00 euro

 1.400,00 euro

 Beginner (worker)

 8 hours

 1.900,00 euro

 980,00 euro


 

Headcount
Personnel201720182019
Direzione111
Squadra555
Impiegati444
Elettricisti141618
Operatori di gru182022
Carpentieri6810
Operai246
 505866

 

Average monthly salary (EUR)
Personnel201720182019
Direzione9,8009,8009,800
Squadra5,5005,5005,500
Impiegati5,5005,5005,500
Elettricisti4,7004,7004,700
Operatori di gru4,7004,7004,700
Carpentieri4,7004,7004,700
Operai4,4504,4504,450

 

Labour cost (EUR)
 201720182019
Wages and salaries2,961,6003,406,8003,852,000
Social security costs000
Labour cost2,961,6003,406,8003,852,000
REVENUES6,400,00011,000,00014,000,000
Labour cost to revenues46.3%31.0%27.5%

Piano di realizzazione

L'azienda ha problemi nel tentativo di reggere il confronto con gli altri cantieri internazionali, come quelli situati nel nord Europa o in Corea del Sud e Cina. Le principali cause di questo ritardo sono da ricercare nella mancanza di innovazione tecnologica necessaria per un importante tipo di impiantistica come questo. Il processo produttivo del Dry Docks Genova consiste nel ricevere navi di diverse dimensioni e, dopo che esse sono state ancorate, offrire i servizi necessari per permettere altre società di effettuare gli interventi richiesti (seguendo i parametri e gli standard stabiliti da organismi internazionali come Boureau Veritas, RINA, Registro LLoydd, ABB, ecc ..). Il compito del management consiste nel ricercare eventuali criticità strutturali e di ingegneria e nell'investire in modo appropriato per incrementare la tecnologia e l'efficienza organizzativa. Per chiarire questo concetto, possiamo procedere citando un esempio che considera il sistema di chiusura dei moli a secco (che è fondamentale per procedere al loro svuotamento). I bacini di carenaggio di Ente Bacini utilizzano le porte per chiudere i cancelli (questo è il sistema più famoso usato in tutto in tutto il mondo). Tale cancello è immerso all'ingresso del bacino. Di solito necessarie quattro ore per lo svuotamento di un bacino di carenaggio di medie dimensioni  (250 mt. X 40 mt.). Tuttavia il pontile galleggiante ha bisogno di due ore.
Nel mondo delle spedizioni il tempo è denaro, quindi le imprese che sono in grado di risparmiare tempo garantendo la necessaria sicurezza e la qualità dei servizi, risultano sicuramente vincenti. Le stesse considerazioni devono essere fatte per quanto riguarda gru, alimentatore corto e aria compressa, così come le apparecchiature per lavori a caldo utilizzate per la riparazione di acciaio.

Spese generali e investimenti

L'assemblea degli azionisti ha recentemente approvato un nuovo piano di investimenti. Sono stati stabiliti interventi di ammodernamento riguardanti le undici gru (circa due milioni di euro) di cui Ente Bacini si fa carico, la messa in sicurezza dei cancelli di ogni bacino di carenaggio (200.000 euro) e la ristrutturazione completa di una porta (650.000 euro). Inoltre l'azienda, utilizzando le risorse finanziarie provenienti direttamente dal governo italiano attraverso l'Autorità Portuale, realizzerà il cosiddetto "ferro freddo" (che è un meccanismo di fornitura per dare energia direttamente dalle linee di alimentazione del puntello), un importante strumento necessario per la chiusura di gruppi elettrogeni di bordo, riducendo in questo modo le emissioni in atmosfera e di conseguenza l'inquinamento (circa 14 milioni di euro). Ulteriori nove milioni di euro sono stati stanziati per ridurre l'inquinamento causato dai due bacini di carenaggio più vicino al centro della città (insediamenti abitativi).
I sistemi ISP-Code, utilizzati per i controlli contro le azioni terroristiche, sono già stati realizzati.

 Good's name  Unit cost  Time of realisation
 Crane  150.000 euro  90 days per crane
 Door  650.000 euro  300 days
 Access staircases  40.000 euro  365 days
 Cold Iron  14 millions of euro  3 years
 Telescopic covering  9 millions of euro  2 years

 

Other operating expenses (EUR)
Other operating expenses201720182019
Materia prima e merci1,300,0001,500,0001,800,000
Servizi e spese generali2,000,0002,200,0002,500,000
 3,300,0003,700,0004,300,000

 

Assets purchase value (EUR)
Fixed assets201720182019
Beni immateriali1,000,000500,000200,000
Beni materiali250,000100,000100,000
 1,250,000600,000300,000

Finanziamento

Mentre da un lato le risorse aziendali vengono distribuite tra i soci (Autorità Portuale ed altre società private), dall'altro sono di proprietà dell'Autorità Portuale che le ha ottenute attraverso un atto pubblico statale. Ente Bacini, per affrontare gli interventi pianificati e gli investimenti, dovrà aumentare il proprio capitale sociale e tutte le tariffe connesse con i servizi da esso offerti (pur considerando sempre la domanda del mercato e il periodo attuale di crisi economica mondiale). L'aumento di capitale previsto è pari a 700,000 € in aggiunta agli attuali 300,000 €. Quindi, l'importo complessivo sarà di un milione di euro che dovrà essere interamente versato. L'aumento previsto dovrà essere inferiore al 10% per preservare la clientela e non indurla ad indirizzarsi verso altri bacini a secco.
Dopo un anno le risorse economiche saranno circa due milioni di euro e circa 900.000 per tutti gli anni successivi. Questa opportunità permetterà all'azienda di reperire le risorse necessarie per risolvere i problemi strutturali menzionati in precedenza (utilizzando anche prestiti ed altre forme di finanziamento).

 

Capital structure (EUR)
 201720182019
Current assets1,364,0151,790,7592,767,055
Fixed assets1,200,0001,730,0001,940,000
Current liabilities1,043,333561,11277,778
Long-term liabilities500,00000
Owners' equity1,020,6822,959,6474,629,276

 

Owners equity (EUR)

Dati finanziari

 

Performance measures (EUR)
 201720182019
Sales revenue6,400,00011,000,00014,000,000
Export sales730,0001,400,0001,600,000
Cost of sales640,0001,100,0001,400,000
Gross profit5,760,0009,900,00012,600,000
Other operating expenses3,300,0003,700,0004,300,000
Labour cost2,961,6003,406,8003,852,000
Depreciation of fixed assets50,00070,00090,000
Operating profit-551,6002,723,2004,358,000
EBITDA-501,6002,793,2004,448,000
Financial income and expenses-105,000-67,083-16,042
Profit before income tax-656,6002,656,1174,341,958
Income tax expense-177,282717,1511,487,329
Profit-479,3181,938,9652,854,629
    
Operating margin-7.49%17.6%20.4%
Gross margin90%90%90%
Sales per employee128,000189,655212,121
Value added2,460,0006,200,0008,300,000
Value added per employee49,200106,897125,758
    
Return on equity (per year)-47.0%65.5%61.7%
Quick ratio1.313.1935.6
Current ratio1.313.1935.6
ISCR-4.7841.6277
DSCR02.628.62
Debt to equity ratio1.470.170
Debt to capital ratio59.5%14.5%0%
    
Receivables collection period, days24.420.020.0
Payable period, days24.420.020.0

 

Income statement (EUR)
 201720182019
Sales revenue6,400,00011,000,00014,000,000
Export sales730,0001,400,0001,600,000
Cost of sales640,0001,100,0001,400,000
Other operating expenses3,300,0003,700,0004,300,000
Labour cost   
Wages and salaries2,961,6003,406,8003,852,000
Total labour cost2,961,6003,406,8003,852,000
Depreciation of fixed assets50,00070,00090,000
Operating profit-551,6002,723,2004,358,000
Financial expenses   
Interest expense105,00067,08316,042
Total financial expenses105,00067,08316,042
Profit before income tax-656,6002,656,1174,341,958
Income tax expense-177,282717,1511,487,329
Net profit for financial year-479,3181,938,9652,854,629

 

Balance sheet (EUR)
 201720182019
ASSETS   
Current assets   
Cash753,4001,179,6431,989,272
Receivables and prepayments   
Trade receivables433,333611,116777,783
Prepaid and deferred taxes177,28200
Inventories   
Inventories000
Total current assets1,364,0151,790,7592,767,055
Fixed assets   
Tangible assets   
Machinery and equipment1,250,0001,850,0002,150,000
Less: Accumulated depreciation-50,000-120,000-210,000
Total1,200,0001,730,0001,940,000
Total fixed assets1,200,0001,730,0001,940,000
Total assets2,564,0153,520,7594,707,055
LIABILITIES and OWNERS' EQUITY   
Liabilities   
Current liabilities   
Loan liabilities   
Short-term loans and notes000
Current portion of long-term loan liabilities1,000,000500,0000
Total1,000,000500,0000
Debts and prepayments   
Trade creditors, goods43,33361,11277,778
Trade creditors, other000
Employee-related liabilities000
Total43,33361,11277,778
Total current liabilities1,043,333561,11277,778
Long-term liabilities   
Long-term loan liabilities   
Loans, notes and financial lease payables500,00000
Total long-term liabilities500,00000
Total liabilities1,543,333561,11277,778
Owners' equity   
Share capital in nominal value1,500,0001,500,0001,500,000
Share premium000
Retained profit/loss0-479,318274,647
Current year profit-479,3181,938,9652,854,629
Total owners' equity1,020,6822,959,6474,629,276
Total liabilities and owners' equity2,564,0153,520,7594,707,055

 

Cash flow statement (EUR)
 Jan-2017Feb-2017Mar-2017Apr-2017May-2017Jun-2017
CASH FLOWS FROM OPERATING ACTIVITIES      
Inflows      
Payments from customers111,111333,332333,333388,891500,000500,000
Total111,111333,332333,333388,891500,000500,000
Outflows      
Payments to vendors (goods)11,11133,33333,33338,88950,00050,000
Payment of salaries and wages246,800246,800246,800246,800246,800246,800
Payments to vendors (operating expenses)274,999274,999274,999274,999274,999274,999
Total532,910555,132555,132560,688571,799571,799
Net cash flow from operating activities-421,799-221,800-221,799-171,797-71,799-71,799
       
CASH FLOWS FROM INVESTING ACTIVITIES      
Inflows      
Outflows      
Payments to vendors (assets)1,250,00000000
Total1,250,00000000
Net cash flow from investing activities-1,250,00000000
       
CASH FLOWS FROM FINANCING ACTIVITIES      
Inflows      
Payments from shareholders1,500,00000000
Loan amounts received1,500,00000000
Total3,000,00000000
Outflows      
Principal repayments000000
Interest expense8,7508,7508,7508,7508,7508,750
Dividends (net to shareholders)000000
Payment of corporate income tax000000
Corporate income tax on dividends000000
Total8,7508,7508,7508,7508,7508,750
Net cash flow from financing activities2,991,250-8,750-8,750-8,750-8,750-8,750
       
Net change in cash1,319,451-230,550-230,549-180,547-80,549-80,549
Cash at the beginning01,319,4511,088,900858,351677,804597,255
Cash at the end1,319,4511,088,900858,351677,804597,255516,706

 

Cash flow statement (EUR)
 Q3-2017Q4-2017Q1-2018Q2-2018
CASH FLOWS FROM OPERATING ACTIVITIES    
Inflows    
Payments from customers1,850,0001,950,0002,572,2212,749,998
Total1,850,0001,950,0002,572,2212,749,998
Outflows    
Payments to vendors (goods)185,000195,000257,222275,000
Payment of salaries and wages740,400740,400851,700851,700
Payments to vendors (operating expenses)824,997825,009924,999924,999
Total1,750,3971,760,4092,033,9212,051,699
Net cash flow from operating activities99,603189,591538,300698,299
     
CASH FLOWS FROM INVESTING ACTIVITIES    
Inflows    
Outflows    
Payments to vendors (assets)00600,0000
Total00600,0000
Net cash flow from investing activities00-600,0000
     
CASH FLOWS FROM FINANCING ACTIVITIES    
Inflows    
Payments from shareholders0000
Loan amounts received0000
Total0000
Outflows    
Principal repayments00249,999249,999
Interest expense26,25026,25023,33318,958
Dividends (net to shareholders)0000
Payment of corporate income tax00134,967134,967
Corporate income tax on dividends0000
Total26,25026,250408,300403,925
Net cash flow from financing activities-26,250-26,250-408,300-403,925
     
Net change in cash73,353163,341-470,000294,374
Cash at the beginning516,706590,059753,400283,400
Cash at the end590,059753,400283,400577,774

 

Cash flow statement (EUR)
 201720182019
CASH FLOWS FROM OPERATING ACTIVITIES   
Inflows   
Payments from customers5,966,66710,822,21713,833,333
Total5,966,66710,822,21713,833,333
Outflows   
Payments to vendors (goods)596,6671,082,2221,383,333
Payment of salaries and wages2,961,6003,406,8003,852,000
Payments to vendors (operating expenses)3,300,0003,700,0004,300,000
Total6,858,2678,189,0229,535,333
Net cash flow from operating activities-891,6002,633,1964,298,000
    
CASH FLOWS FROM INVESTING ACTIVITIES   
Inflows   
Outflows   
Payments to vendors (assets)1,250,000600,000300,000
Total1,250,000600,000300,000
Net cash flow from investing activities-1,250,000-600,000-300,000
    
CASH FLOWS FROM FINANCING ACTIVITIES   
Inflows   
Payments from shareholders1,500,00000
Loan amounts received1,500,00000
Total3,000,00000
Outflows   
Principal repayments01,000,000500,000
Interest expense105,00067,08316,042
Dividends (net to shareholders)001,185,000
Payment of corporate income tax0539,8691,172,329
Corporate income tax on dividends00315,000
Total105,0001,606,9533,188,371
Net cash flow from financing activities2,895,000-1,606,953-3,188,371
    
Net change in cash753,400426,243809,629
Cash at the beginning0753,4001,179,643
Cash at the end753,4001,179,6431,989,272

Analisi del rischio

Gli elementi che potrebbero mettere in pericolo il business plan di Ente Bacini sono difficili da identificare. Infatti, i servizi verso le attività produttive seguono le fluttuazioni del mercato e quindi, in presenza di crisi economiche, sia gli stessi servizi che il potere dell'azienda potrebbero diminuire. Inoltre ci sono situazioni critiche che possono riguardare sia il problema sindacale che la mancanza di tecnologie innovative in materia di impiantistica (quest'ultimo punto preoccupa realmente i bacini di carenaggio di Genova).
Pertanto per superare questo ostacolo, va siglata una pace sociale ed i contratti di lavoro devono essere attraenti. Inoltre durante i momenti più prosperi l'azienda deve essere in grado di mettere da parte le risorse economiche da impiegare successivamente per la manutenzione ordinaria e straordinaria. L'azienda deve altresì intrattenere buoni rapporti con l'Autorità Portuale e con il Ministero dei Lavori Pubblici e dei Trasporti. Tutto ciò è indispensabile poichè la strategia economica dei porti non è solo un problema locale, ma al giorno d'oggi riguarda tutto il paese ed anche l'intera Europa. (La rete ferroviaria, che collega da un lato all'altro tutti i porti europei, può essere considerata come un esempio di quanto sopra indicato).

 

Break-even analysis (EUR)
 201720182019
Sales revenue6,400,00011,000,00014,000,000
Cost of sales640,0001,100,0001,400,000
Variable expenses, total640,0001,100,0001,400,000
Labour cost2,961,6003,406,8003,852,000
Other operating expenses3,300,0003,700,0004,300,000
Depreciation of fixed assets50,00070,00090,000
Financial expenses105,00067,08316,042
Fixed expenses, total6,416,6007,243,8838,258,042
Gross margin90%90%90%
Break-even sales revenue7,129,5568,048,7599,175,602
Sales revenue above break-even02,951,2414,824,398

 

Funding needs analysis (EUR)
 201720182019
CASH FLOWS FROM OPERATING ACTIVITIES   
Inflows   
Payments from customers5,966,66710,822,21713,833,333
Total5,966,66710,822,21713,833,333
Outflows   
Payments to vendors (goods)596,6671,082,2221,383,333
Payment of salaries and wages2,961,6003,406,8003,852,000
Payments to vendors (operating expenses)3,300,0003,700,0004,300,000
Total6,858,2678,189,0229,535,333
Net cash flow from operating activities-891,6002,633,1964,298,000
    
CASH FLOWS FROM INVESTING ACTIVITIES   
Inflows   
Outflows   
Payments to vendors (assets)1,250,000600,000300,000
Total1,250,000600,000300,000
Net cash flow from investing activities-1,250,000-600,000-300,000
    
Net change in cash-2,141,6002,033,1963,998,000
Cash at the beginning0-2,141,600-108,404
Cash at the end-2,141,600-108,4043,889,596
Amount of funding needed (max)2,141,600  


This document was created with iPlanner.NET online business plan software
supported by Business Plan Samples

Document version: 17/10/2017 03:57:55 (UTC)



Close